Contenuto principale

Messaggio di avviso

Organizzazione

Dirigente e collaboratori

 

Dirigente Scolastico Prof. Serafino LO CASCIO
Collaboratore vicario del Dirigente Scolastico con esonero dal servizio Prof. Antonino MILLAURO
Collaboratore del Dirigente Scolastico Prof.ssa Annunziata LABRUNA
Collaboratore del Dirigente Scolastico Prof.ssa Angelica TEMPIO
Collaboratore del Dirigente Scolastico Prof. Felice BONELLI

Funzioni dei collaboratori
 – Condividere e coordinare con il Dirigente Scolastico scelte educative e didattiche, programmate nel P.T.O.F.
 – Rappresentare il Dirigente in riunioni esterne (A.S.P., Enti Locali, Comunità Montana, etc)
 – Sostituire il Dirigente in caso di assenza (ferie o malattia)
 – Sostituire il Dirigente in caso d’emergenza o di urgenza anche prendendo decisioni di una certa responsabilità.

 
Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi Dott.ssa Costa Marianna

  Funzioni del D.S.G.A.
– Sovrintende ai servizi amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione.
– Ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione ed esecuzione degli atti amministrativo-contabili, di ragioneria e di economato, anche con rilevanza esterna.
– Ai sensi e per gli effetti dell’art. 25 bis D. L.vo 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni, il Direttore coadiuva il Dirigente nelle proprie funzioni organizzative ed amministrative.

 

INCARICHI DOCENTI RESPONSABILI DI AREA  

1) Area n. 1- Monitoraggio revisione P.O.F.T.- RA V -PDM-Invalsi-
n. l docente incaricato per tutte le sedi scolastiche -  prof.ssa Lo Sauro Francesca;

2) Area n. 2 - Orientamento, interventi a favore degli alunni n. 5 docenti - :

n. 1 docente per il Liceo delle Scienze Umane di Agira- prof.ssa Greco Provvidenza
n. 1 docente per l'Ist. Tecnico di Gagliano C.to - prof.ssa Fontana Loredana Rita
n. 1 docente per l'Ist. Prof. Alberghiero di Centuripe- prof Garbato Mario Giuseppe
n. 1 docente per l'Ist. Tecn. Di Regalbuto, indirizzo AFM e TUR.- prof. Giaggeri Giuseppa
n. 1 docente per l'Ist. Tecn. Di Regalbuto, indirizzo elettronica ed elettrotecnica- prof. Petronio Marco;

3) Area n. 3 - A.S.L. stage, tirocini, visite guidate, viaggi d'istruzione, rapporti scuola-territorio n. 5 docenti- :

n. 1 docente per il Liceo delle Scienze Umane di Agira- prof. Lupo Marco
n. 1 docente per l' Ist. Tecnico di Gagliano C.to - prof. Muratore Angelo
n. 1 docente per l' Ist. Prof. Alberghiero di Centuripe- prof. Femminile Giuseppe
n. 1 docente per l'Ist. Tecn. Di Regalbuto, indirizzo AFM e TUR.- prof.ssa Bevacqua Palma Maria
n. 1 docente per l'Ist. Tecn. Di Regalbuto, indirizzo elettronica ed elettrotecnica- prof. Luciano Mario.

4) Area n. 4 - Inclusione, B.E.S n. 2 docenti :

a) prof.ssa PALMISANO Anna per le sedi di Agira, Regalbuto, Gagliano;
b) prof.ssa SIRNA Carmela per sede di Centuripe.

 

INCARICHI FUNZIONALI AL P.T.O.F.

Tipologia di Incarico Docente
Team per l’Innovazione Prof. Mario Luciano
Prof. Adriano Maurizi
Prof. Salvatore Vitale
Animatore Digitale Prof. Lillo Calì
Responsabile sito WEB Prof. Mario Luciano

Gruppo Sportivo Prof. Prospero Castiglione
Referenti divieto fumo

Prof. Antonino Millauro (sede di Agira); prof.ssa Angelica Tempio (sede di Gagliano); prof.ssa Annunziata Labruna (sede di Regalbuto); prof. Felice Bonelli (sede di Centuripe)

Redazione orario delle lezioni

Prof. Antonino Millaurio (sede di Agira); prof.ssa Angelica Tempio (sede di Gagliano);     prof. Angelo Sacco (sede di Regalbuto);     prof. Adriano Maurizi (sede di Centuripe)

Responsabile del servizio di Prevenzione e Protezione e DPO Lo Brutto Riccardo
Preposto del servizio di Prevenzione e Protezione
Commissione Elettorale

1)  

Turismo Scolastico

Responsabili Area n.3

 

COORDINATORI  DIPARTIMENTO

Dipartimenti Docente coordinatore

LICEO DELLE SCIENZE UMANE DI AGIRA

DIPARTIMENTO LINGUISTICO
Prof.ssa Greco
DIPARTIMENTO SCIENTIFICO (sede di Agira) prof.ssa Italia
DIPARTIMENTO D’INDIRIZZO (sede di Agira) Prof. Foti
DIPARTIMENTO LINGUISTICO (SETTORE ECONOMICO E TECNOLOGICO)  sede di Regalbuto prof.ssa Lo Sauro
DIPARTIMENTO SCIENTIFICO (SETTORE ECONOMICO E TECNOLOGICO) sede di Regalbuto prof.ssa Cocilovo
DIPARTIMENTO D’INDIRIZZO (sede di Regalbuto- settore economico Prof.ssa Bevacqua
DIPARTIMENTO D’INDIRIZZO (sede di Regalbuto- settore elettron.) Prof. Petronio
DIPARTIMENTO D’INDIRIZZO (sede di Gagliano C.to) integrato con Agira
DIPARTIMENTO SCIENTIFICO (sede di Gagliano C.to, integrato con  Regalbuto)
DIPARTIMENTO D’INDIRIZZO (sede di Gagliano C.to) Prof.ssa Parisi
DIPARTIMENTO LINGUISTICO (sede di Centuripe) Prof.ssa Chisari
DIPARTIMENTO SCIENTIFICO (sede di Centuripe) Prof. Maurizi
DIPARTIMENTO D’INDIRIZZO (sede di Centuripe)

Prof.ssa Castro

DIPARTIMENTO INCLUSIONE E SOSTEGNO (tutte le sedi)

Prof.sse Palmisano e Sirna C.

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE

prof. Millauro)

 

COORDINATORI DEI CONSIGLI DI CLASSE 

 

 

DOCENTI COORDINATORI DI CLASSE

SEGRETARI VERBALIZZANTI

Classe  

OLLA' GIOVANNA

LEONFORTE SERENA

I Liceo sez. AE

BUSCEMI ANTONINO

MASITTI ANTONELLA

II Liceo sez. AE

MILLAURO ANTONINO

BUSCEMI ANTONINO

III Liceo sez. AE

RINDONE ROSSELLA MARIA

CIMINO ROSALINDA

IV Liceo sez. AE

SECONDO GIUSEPPE

MURATORE VALENTINA

V Liceo sez. AE

RODILOSSO LAURA

CARUSO TERESA

I Liceo sez. AU

ZITO FRANCESCA

OLLA' GIOVANNA

II Liceo sez. AU

CIMINO ROSALINDA

MUNI PROSPERO MARCO

IV Liceo sez. AU

GRECO PROVVIDENZA

RAGUSA MANUELA

V Liceo sez. AU

DOCENTI COORDINATORI DI CLASSE

SEGRETARI VERBALIZZANTI

Classe       

PACINO CATALDO

FALCO LAURA

I sez. A

MURATORE ANGELO

PARISI ROSARIA

II sez. A

PARISI ROSARIA

AMATA GIUSEPPE

III sez. A

FONTANA LOREDANA RITA

LICCIARDO CARMELO

IV sez. A

TEMPIO ANGELICA

VALENTE PAOLA

V sez. A

DOCENTI COORDINATORI DI CLASSE

SEGRETARI VERBALIZZANTI

Classe

D'ARRIGO ADRIANA

SECONDO GIUSEPPE

I ELE sez. A

COCILOVO ROSANNA

VITALE SALVATORE

II ELE sez. A

LO SAURO FRANCESCA

MAZZAGLIA SANTI ENRICO

III ELE sez. A

DIELI CRIMI' GIOVANNA

SECONDO GIUSEPPE

IV ELE sez. A

PETRONIO MARCO

MESSINA IDA GINA C.

V ELE sez. A

MURATORE ANGELO

D'ANGELO FILIPPO

I ELE sez. B

SACCO ANGELO

MACCORA ALESSANDRO

II ELE  sez. B

SAITTA ROSA MARIA

MAZZAGLIA SANTI ENRICO

III ELE sez. B

PEZZINO STEFANIA

MELI SALVATORE

IV ELE sez. B

SECONDO GIUSEPPE

DIELI CRIMI' GIOVANNA

5 ART. sez. A

I ELE  sez. C

II ELE  sez. C

 

DOCENTI COORDINATORI DI CLASSE

SEGRETARI VERBALIZZANTI

Classe

MIANO SANDRA MARIA

OLLA' GIOVANNA

I AFM sez. A

PASHALIDIS PETROS LABRUNA ANNUNZIATA

II AFM sez. A

INSINGA KATIUSCIA

BEVACQUA PALMA MARIA

III AFM sez. A

BEVACQUA PALMA MARIA

FURNARI FRANCESCA C.

IV AFM sez. A

 

DOCENTI COORDINATORI DI CLASSE

SEGRETARI VERBALIZZANTI

Classe

MAURIZI ADRIANO

ROSALIA FILIPPO

I  sez.A

LO GRASSO ROSARIO

MARANO MANUELA

I  sez.B

CHISARI ANGELA MARIA

MURATORE GIUSEPPE

II sez.A

SCIALFA MARCO

SACCONE MARIA ELENA

II sez.B

CASTRO RACHELE

TRANCHITA CARMELINA

II sez.C

PAPPALARDO PIETRO

LO GIUDICE MARIA RITA D.

III   C sez. A

BIONDI MARIA

COLAJANNI FRANCESCA M.

III   C sez. B

GUAGLIARDO MARIA GABRIELLA

DI FINI SIMONE

III   V sez. A

CARRUBBA MARIA ROSA

COLINA PIERA

IV   C  sez. A

FEMMINILE GIUSEPPE

GIAGGERI GIUSEPPA

IV  TSV  sez. A

IV   T  sez. A

RINALLO GIUSEPPE

MACCARRONE DOMENICA

V     C sez. A

GARBATO MARIO GIUSEPPE

CASTIGLIONE VINCENZO A.

V     V sez. A

 

Organi collegiali

Gli organi collegiali sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche a livello territoriale e di singolo istituto. Sono composti da rappresentanti delle varie componenti interessate.

Il processo educativo nella scuola si costruisce in primo luogo nella comunicazione tra docente e studente e si arricchisce in virtù dello scambio con l’intera comunità che attorno alla scuola vive e lavora. In questo senso la partecipazione al progetto scolastico da parte dei genitori è un contributo fondamentale. Gli Organi collegiali della scuola, che – se si esclude il Collegio dei Docenti – prevedono sempre la rappresentanza dei genitori, sono tra gli strumenti che possono garantire sia il libero confronto fra tutte le componenti scolastiche sia il raccordo tra scuola e territorio, in un contatto significativo con le dinamiche sociali. Tutti gli Organi collegiali della scuola si riuniscono in orari non coincidenti con quello delle lezioni

 

 

Funzioni del Dollegio Docenti

“Ha potere deliberante in materia di funzionamento didattico dell’istituto. In particolare cura la programmazione dell’azione educativa (…) Esso esercita tale potere nella libertà di insegnamento garantita a ciascun insegnante; formula proposte al Dirigente Scolastico per la formulazione e la composizione delle classi, dell’orario delle lezioni e per lo svolgimento delle altre attività scolastiche (…) valuta periodicamente l’andamento complessivo dell’azione didattica (…) provvede all’adozione dei libri di testo, sentiti i consigli di classe (…) adotta o promuove nell’ambito delle proprie competenze iniziative di sperimentazione (…) promuove iniziative di aggiornamento dei docenti; (…) elegge (…) i docenti incaricati di collaborare col Dirigente Scolastico; (…) elegge i suoi rappresentanti nel Consiglio d’Istituto e nel Consiglio di disciplina degli alunni; (…) elegge, nel suo seno, i docenti che fanno parte del comitato per la valutazione del servizio del personale insegnante; (…) esamina (…) i casi di scarso profitto o di irregolare comportamento degli alunni (…)”

(Capo I Articolo 4, D.P.R. 416/1974, Provvedimenti Delegati sulla scuola.)

Composizione

Il collegio dei docenti è composto da tutti gli insegnanti in servizio in un Istituto Scolastico ed è presieduto dal Dirigente scolastico. Quest’ultimo si incarica anche di dare esecuzione alle delibere del Collegio.Si riunisce in orari non coincidenti con le lezioni, su convocazione del Dirigente scolastico o su richiesta di almeno un terzo dei suoi componenti, ogni volta che vi siano decisioni importanti da prendere.

  • Funzioni

    Il consiglio di istituto elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le forme di autofinanziamento della scuola; delibera il bilancio preventivo e il conto consuntivo e stabilisce come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico. Spetta al consiglio l’adozione del regolamento interno del circolo o dell’istituto, l’acquisto, il rinnovo e la conservazione di tutti i beni necessari alla vita della scuola, la decisione in merito alla partecipazione del circolo o dell’istituto ad attività culturali, sportive e ricreative, nonché allo svolgimento di iniziative assistenziali.

    Fatte salve le competenze del collegio dei docenti e dei consigli di classe, ha potere deliberante sull’organizzazione e la programmazione della vita e dell’attività della scuola, nei limiti delle disponibilità di bilancio, per quanto riguarda i compiti e le funzioni che l’autonomia scolastica attribuisce alle singole scuole. In particolare adotta il Piano dell’offerta formativa elaborato dal collegio dei docenti.

    Inoltre il consiglio di istituto indica i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all’assegnazione dei singoli docenti, e al coordinamento organizzativo dei consigli di classe; esprime parere sull’andamento generale, didattico ed amministrativo, dell’istituto, stabilisce i criteri per l’espletamento dei servizi amministrativi ed esercita le competenze in materia di uso delle attrezzature e degli edifici scolastici.

    Composizione

    Nelle scuole con popolazione scolastica superiore a 500 alunni è costituito da 19 componenti, di cui 8 rappresentanti del personale docente, 2 rappresentanti del personale amministrativo, tecnico e ausiliario, 8 rappresentanti dei genitori degli alunni (ovvero 4 genitori e 4 studenti), il dirigente scolastico; il consiglio d’Istituto è presieduto da uno dei membri, eletto tra i rappresentanti dei genitori degli alunni.


Funzioni e compiti

Prepara i lavori del consiglio di circolo o di istituto, fermo restando il diritto di iniziativa del consiglio stesso, e cura l’esecuzione delle relative delibere. Come previsto dal Decreto Interministeriale n. 44 dell’1 febbraio 2001, art.2, comma 3, entro il 31 ottobre ha il compito di proporre al Consiglio di circolo/istituto il programma delle attività finanziarie della istituzione scolastica, accompagnato da un’apposita relazione e dal parere di regolarità contabile del Collegio dei revisori.
Nella relazione, su cui il consiglio dovrà deliberare entro il 15 dicembre dell’anno precedente quello di riferimento, sono illustrati gli obiettivi da realizzare e l’utilizzo delle risorse in coerenza con le indicazioni e le previsioni del Piano dell’offerta formativa, nonché i risultati della gestione in corso e quelli del precedente esercizio finanziario.

Composizione

La Giunta esecutiva è eletta dal Consiglio d’Istituto ed è composta da rappresentanti dei genitori, dei docenti e del personale non docente. Ne fanno parte di diritto il Dirigente scolastico e il Capo dei servizi di segreteria.

Nomina dei membri della Giunta per il triennio 2016-19

  • COGNOME E NOME COGNOME E NOME
    Lo Cascio Serafino Costa Marianna
    Bevacqua Palma Maria Nicolosi Giuseppa
    Bottaro Maria Chiara Alleri Giuseppe Vincenzo


  • Compiti e funzioni

    Il Consiglio di intersezione, quello di interclasse e di classe, hanno il compito di formulare al collegio dei docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica e a iniziative di sperimentazione nonché quello di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni.
    Fra le mansioni del consiglio di classe rientra anche quello relativo ai provvedimenti disciplinari a carico degli studenti.

    Composizione

    Consiglio di intersezione
    Scuola materna: tutti i docenti e un rappresentante dei genitori per ciascuna delle sezioni interessate; presiede il dirigente scolastico o un docente, facente parte del consiglio, da lui delegato.
    Consiglio di interclasse
    Scuola elementare: tutti i docenti e un rappresentante dei genitori per ciascuna delle classi interessate; presiede il dirigente scolastico o un docente, facente parte del consiglio, da lui delegato.
    Consiglio di classe
    Scuola media: tutti i docenti della classe e quattro rappresentanti dei genitori; presiede il dirigente scolastico o un docente, facente parte del consiglio, da lui delegato.

    Possono essere convocati nella loro composizione completa o per la sola componente docente

    La normativa sulla sicurezza negli ambienti scolastici è complessa e articolata proprio perché oggi le scuole sono totalmente equiparate a degli ambienti di lavoro con caratteristiche particolari considerando che vengono frequentati da studenti e docenti di diverse età e peculiarità.

    La normativa sulla sicurezza negli ambienti scolastici è complessa e articolata proprio perché oggi le scuole sono totalmente equiparate a degli ambienti di lavoro con caratteristiche particolari considerando che vengono frequentati da studenti e docenti di diverse età e peculiarità.

    Il Dirigente Scolastico rappresenta a tutti gli effetti il datore di lavoro ed ha quindi tutti gli obblighi connessi al ruolo, ovvero valutare i rischi con il sostegno del personale tecnico degli enti locali; redigere il DVR (documento di valutazione rischi) e designare l’RSPP, perfino il dirigente scolastico può prendere su di sé tale incarico se il personale è inferiore alle 200 unità e dopo aver seguito un apposito corso RSPP.

    Il soggetto nominato RSPP – Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione nella scuola deve seguire un corso RSPP di 76 ore , suddiviso in 3 moduli:

    Modulo A di 28 ore di carattere generale;
    Modulo B8 di 24 ore e specifico per la Scuola;
    Modulo C di 24 ore sempre di carattere generale su aspetti gestionali e organizzativi.

    Tale incarico è stato affidato ad I.CO.TE.A che lo espleterà secondo i termini di legge.

    Per quanto riguarda l’RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) è una figura la cui presenza negli istituti scolastici fa da intermediario tra datore di lavoro e lavoratori. Non c’è obbligo di nomina, è invece un diritto dei lavoratori per autotutelarsi. Convenzionalmente viene eletto dai lavoratori, ma nella scuola la situazione è diversa, in quanto gli alunni sono i lavoratori, ma non possono scegliere l’RLS. Quest’ultimo può essere designato all’interno dell’RSU (Rappresentanza Sindacale Unitaria) o dell’RSA (Rappresentanza Sindacale Aziendale). Il Dirigente Scolastico dovrà poi comunicare il nominativo all’INAIL.

    Il DM 382/98 individua n. 1 RLS nelle istituzioni scolastiche fino a 200 dipendenti (esclusi i lavoratori/studenti) e n. 3 nelle unità scolastiche da 201 a 1000 dipendenti (esclusi i lavoratori/studenti).

    Nella scuola l’RLS ha due obblighi fondamentali: avvertire il Dirigente scolastico sui rischi individuati nella scuola e mantenere il segreto d’ufficio (D.lgs. 196/03 – Privacy).

    Il servizio “DVR nel settore SCUOLA” comprende:

    Documento di Valutazione d ei Rischi (DVR);
    Piano Gestione della Emergenza;
    Modulistica per le designazioni:
    Figure Sensibili (Addetti al Primo Soccorso, Antincendio ed Evacuazione);
    (RSPP) Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione; Prof. VITALE SALVATORE
    (RLS) Rappresentante Lavoratori per la Sicurezza; Sig. ZITO VITO
    Dirigente per la Sicurezza;
    Preposto/Fiduciario di Plesso.

    pdf.pngAllegati Gestione Emergenze

     

    foto del DS Serafino Lo Cascio

              Dirigente Scolastico, Prof. Serafino LO CASCIO, riceve per appuntamento.              

             Telefono ufficio: 0935691529

            Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

                      Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

            Il curriculum del Dirigente Scolastico è visibile Qui

            Scarica incarico dirigenziale

    I proff. in indirizzo tutor interni per le classi indicate nelle varie sedi dell’I.I.S. “F.Fedele” di Agira nell'ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro d’istituto per l’A.S. 2017/18. Il tutor interno svolge le seguenti funzioni:
    a) elabora, insieme al tutor esterno, il percorso formativo personalizzato che verrà sottoscritto dalle parti coinvolte (scuola, struttura ospitante, studente/soggetti esercenti la potestà genitoriale);
    b) assiste e guida lo studente nei percorsi di alternanza e ne verifica, in collaborazione con il tutor esterno, il corretto svolgimento;
    c) gestisce le relazioni con il contesto in cui si sviluppa l’esperienza di alternanza scuola lavoro, rapportandosi con il tutor esterno;
    d) monitora le attività e affronta le eventuali criticità che dovessero emergere dalle stesse;
    e) valuta, comunica e valorizza gli obiettivi raggiunti e le competenze progressivamente sviluppate dallo studente;
    f) promuove l’attività di valutazione sull’efficacia e la coerenza del percorso di alternanza, da parte dello studente coinvolto;
    g) informa gli organi scolastici preposti (Dirigente Scolastico, Dipartimenti, Collegio dei docenti, Comitato Tecnico Scientifico/Comitato Scientifico) ed aggiorna il Consiglio di classe sullo svolgimento dei percorsi, anche ai fini dell’eventuale riallineamento della classe;
    h) assiste il Dirigente Scolastico nella redazione della scheda di valutazione sulle strutture con le quali sono state stipulate le convenzioni per le attività di alternanza, evidenziandone il potenziale formativo e le eventuali difficoltà incontrate nella collaborazione
    i) cura la documentazione di tutta l’attività (progetto, convenzioni, patto formativo, registri di firma docenti e allievi, attività svolte) accertandosi della regolarità della stessa
    l) si occupa della trasmissione agli uffici di segreteria della documentazione
    l) trasferisce le informazioni, gli esiti, le riflessioni, i dati al Dirigente Scolastico tramite una relazione dettagliata sull’attività svolta.

    COMMISSIONE ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
    LO CASCIO SERAFINO Coordinatore
    LUCIANO MARIO Referente  ASL Elettronica ed Elettrotecnica di Regalbuto
    ANFUSO NUNZIATINA Referente  ASL AFM e TURISTICO di Regalbuto
    ITALIA CONCETTA Referente  ASL Liceo delle Scienze Umane di Agira
    PARISI ROSARIA

    Referente  ASL Tecnico di Gagliano C.to

    TUTOR  SCOLASTICI ASL Classi
    Mineo Marisa 3AE- Liceo Scienze Umane
    Pitronaci Maria Concetta 3AU - Liceo Scienze Umane
    Lupo Marco 4AE - Liceo Scienze Umane
    Italia Concetta 5AE - Liceo Scienze Umane
    Greco Provvidenza 5AU - Liceo Scienze Umane
    Valente Paola 3A - Tecn. Biot. Amb.
    Pacino Cataldo 4A - Tecn. Biot. Amb.
    Licciardo Carmelo 5A - Tecn. Biot. Amb.
    Bevacqua Palma Maria 3A TUR - Turistico
    Labruna Annunziata 5A TUR - Turistico
    Basile Concetta 4A AFM - Amm. Fin. e Mar.
    Giaggeri Giuseppa 5A AFM - Amm. Fin. e Mar.
    Muratore Nunzio 3A CUC - Enog. e Osp. Alberghiera
    Sportaro Antonino Giuseppe 3A SALA - Enog. e Osp. Alberghiera
    Lanzarone Concetta 3A RIC - Enog. e Osp. Alberghiera
    Femminile Giuseppe 4A SALA - Enog. e Osp. Alberghiera
    Muratore Giuseppe 4A CUC - Enog. e Osp. Alberghiera
    Femminile Giuseppe 5A SALA - Enog. e Osp. Alberghiera
    Muratore Giuseppe 5A CUC - Enog. e Osp. Alberghiera
    Luciano Mario 3A - Elettronica ed Elettrot.
    D’Anna Salvatore 4A - Elettronica ed Elettrot.
    Luciano Mario 5A - Elettronica ed Elettrot.
    Scuto Andrea 3B - Elettronica ed Elettrot.
    D’Anna Salvatore 4B - Elettronica ed Elettrot..
    Allegati:
    Accedi a questo URL (Coord. / Tutor ASL)Coord. / Tutor ASL[ ]

    LE NORME

    La scuola osserva tutte le norme, le disposizioni e le procedure definite a livello nazionale e regionale e nell’ambito delle norme sull'autonomia definisce, nel rispetto delle procedure e delle competenze dei vari organi, i momenti di autonomia organizzativa ed i progetti di autonomia didattica. Il regolamento dell'autonomia DPR. N. 275 dell'8-3-1999 attribuisce alla scuola  più   ampia   autonomia   organizzativa  didattica   e  di   ricerca   e  sperimentazione.  Il regolamento all'art.5 così recita:

    Art.5 Autonomia organizzativa

    1. Le istituzioni scolastiche adottano, anche per quanto riguarda l’impiego dei docenti,  ogni modalità organizzativa che sia espressione di libertà progettuale e sia coerente con gli obiettivi generali e specifici di ciascun tipo e indirizzi di studio, curando la promozione e il sostegno dei processi innovativi e il miglioramento dell'offerta formativa.
    2. Gli adattamenti del calendario scolastico sono stabiliti dalle istituzioni scolastiche in relazione alle esigenze derivanti dal Piano dell’offerta formativa, nel rispetto delle funzioni in materia di determinazione del calendario scolastico esercitate dalle Regioni a norma dell'art. 138, comma I, lettera d) del decreto legislativo 31 marzo 1998, n.112
    3. L'orario complessivo del curricolo e quello destinato alle singole discipline e attività sono organizzati in modo flessibile, anche sulla base di una programmazione  plurisettimanale, fermi restando l'articolazione delle lezioni in non meno di cinque giorni settimanali e il rispetto del monte ore annuale, pluriennale o di ciclo previsto per le singole discipline e attività obbligatorie.
    4. In ciascuna istituzione scolastica le modalità di impiego dei docenti possono essere diversificate nelle varie classi e sezioni in funzione delle eventuali differenziazioni nelle scelte metodologiche ed organizzative adottate nel piano dell'offerta formativa.

    Il F. Fedele articola la propria struttura secondo lo schema architetturale più avanti spiegato.

    Lo Staff di Presidenza

    Il Preside organizza la gestione con concezione aziendalista, ponendo grande attenzione e cura alla selezione dei quadri dirigenti della scuola a cominciare dalla individuazione della figura chiave del vicepreside, al quale delegare delicate incombenze quali la gestione degli alunni e la gestione dell'orario di servizio dei docenti e delle relative sostituzioni. Oltre la figura vicaria il preside nomina uno staff di presidenza, il quale si riunisce ogni settimana, a cui delegare tutte le incombenze gestionali e di direzione della scuola sia dei corsi antimeridiani che dei corsi serali.

    Direttore dei Servizi Generale e Amministrativi 

    (dott. Amato Vincenzo)

    La scuola impiega collaboratori scolastici, impiegati assistenti amministrativi e tecnici , coordinati dal Direttore dei servizi generali e amministrativi (D.S.G.A.). Il Direttore riceve direttive generali dal preside e sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali  amministrativi-contabili e ne cura l'organizzazione.

    E' il capo del personale A.T.A. posto alle sue dirette dipendenze e a lui demandata la gestione delle risorse umane in termini di permessi, ferie, malattie, sostituzioni, turnazione, spostamenti e quant'altro è attinente alla normale vita d'ufficio.

    Relazioni Pubbliche

     La Presidenza e il D.S.G.A. ricevono il pubblico tutti i giorni, previo appuntamento.

    Orario dello sportello aperto al pubblico: ore 08.30 - 13.30 – 12.30 dal lunedì al sabato. 

    Segreteria Didattica 

    L'ufficio fornisce importanti supporti al direttore e al preside, ai collaboratori del preside, ai docenti e agli alunni per tutte le incombenze di carattere didattico gestite dai vari operatori; una delle funzioni più importanti è quella del rilascio della certificazione al pubblico che avviene, ove possibile, in tempo reale, utilizzando al meglio l'informazione di tutte le procedure. Cura tra l'altro: iscrizione alunni, elenchi alunni, richiesta e invio documenti, registro generale alunni, registro dei diplomi sostitutivi, registro dei diplomi originale, registro  carico  e  scarico  diplomi,  registro  infortuni,  registro   tasse scolastiche, registro certificati, foglio notizie, tabelloni voti, certificati vari, intestazione pagelle, statistiche, corrispondenza con Enti vari, esoneri educazione fisica, predisposizione Atti per gli esami integrativi – idoneità – maturità. Pratiche borse di studio, pratiche contributi regionali e comunali (trasporti, libri).

    sig. Gagliano Rosario,   

    sig.ra Perra Teresa,        

    sig. Trovato Giuseppe

    Ufficio Protocollo e Sportello Informativo

    Gestisce la posta in ingresso e, più in generale, qualunque pratica in arrivo. Cura in  particolare: protocollo corrispondenza arrivo/partenza ed archivio pratiche utilizzo strutture esterne alla scuola (palestre, etc.), pratiche utilizzo scuola per elezioni, registro decreti

    sig. Reitano Carmelo

    Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza:

    In base alla legge 626/1994 il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) è la persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro.

    Le novità introdotte dal D.Lgs81/2008 hanno permesso di stabilire che all’ interno di tutte le aziende si deve garantire la presenza di un Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, al quale va garantita dal datore di lavoro, la formazione necessaria per gestire i rapporti con i lavoratori per questioni che riguardano la salute e la sicurezza sul lavoro.

    Il Rappresentante è eletto dai lavoratori, con diverse modalità, a seconda del numero di dipendenti occupati nell’ azienda.

    Le aziende che occupano non più di 15 lavoratori, votano il Rappresentante scegliendolo tra i dipendenti, mentre le aziende che contano più di 15 lavoratori, eleggono il Rappresentante per la sicurezza all’ interno delle rappresentanze sindacali aziendali. Se l’ azienda non dovesse disporre di questi organismi, il Rappresentante verrebbe scelto tra i lavoratori tramite la solita votazione.

    sig. Zito Vito

    Magazzino

    Deposito del materiale di consumo e, in generale, della merce in arrivo. Ne cura, in particolare, la corrispondenza postale e lo smistamento in base alle richieste avanzate singoli docenti presso l'Ufficio Tecnico.

    DSGA dott. Amato Vincenzo

    Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione: I.CO.TE.A. C.A.T. S.R.L.

    Prof. Adriano Maurizi

    Assistenti Amministrativi

    E'  il  settore  più  a  contatto  con  l'ufficio  del D.S.G.A. per la specificità delle  mansioni svolte. Cura in particolare: tabelle liquidazione assegni personale, progressione carriera, arretrati ricostruzione carriera, mod. A, conguagli fiscali, liquidazione compensi ferie, liquidazione compenso incentivante, liquidazione    indennità    funzione     direttiva.

    Liquidazione indennità Istituto Preside e coordinatore D.S.G.A.. liquidazione indennità di missione, liquidazione compensi corsi di recupero, liquidazione compensi per lavoro straordinario, liquidazione compenso attività  gruppo sportivo, liquidazione compensi commissioni esami maturità, compilazione schede fiscali, registro fatture, registro stipendi, registro I.N.P.S., registro C/C postale, registro minute spese, registro partitari, registro di cassa, mandati e riversali, predisposizione allegati bilancio previsione e conto consuntivo, modelli 101 CUD, modelli 770, modelli 01/M, contributi a carico del personale e dello Stato, prospetto trimestrale fabbisogno spese del personale, rapporti con la banca cassiera, immatricolazione personale, rilevazione dati personale, elenchi personale, registro personale.

    sig. Pirri Michelangelo,    sig.ra Ferrigno Francesca, sig. Reitano Carmelo